Recensione: cmqmartina – “Vergogna”

“Vergogna” è il nuovo album, il terzo, di cmqmartina. L’ennesimo viaggio andata e ritorno all’interno dei club e soprattutto del suo mondo generazionale. 

Dieci brani dritti che fanno ballare e muovere la testa ma che rappresentano, sotto il profilo lirico, anche il suo lato più intimo che convive con la cassa dritta e le sonorità techno marchio di fabbrica che la contraddistinguono.

La vergogna è un sentimento che mi sono portata dentro per molto tempo e vorrei trasformare questa parola e questa sensazione nel mio manifesto.
Ho capito che la vergogna per essere sé stessi può diventare un punto di forza. 
In questo disco cerco di lasciarmi andare alle emozioni che ho provato e alle persone che ho incontrato in questi mesi analizzandole nei particolari.
Ho scoperto nuovi approcci e nuove influenze musicali che mi hanno fatto concepire la musica e scriverla in modo diverso.
Credo più aperto. Nel disco abbiamo registrato archi veri, un hammond degli anni 60 e sintetizzatori pazzeschi.
Scrivo canzoni per riordinare i pensieri e per capire meglio il rapporto che ho con ciò che mi circonda. Le canto per chi non trova le parole e riesce a specchiarsi nelle mie. Per sentirsi un po’ meno persi”.

L’indiscussa regina della nu-dance italiana per questo suo terzo disco si è contornata di un team di producers composto da Mr. Monkey, Leonardo Lombardi, Marco Barbieri e Splendore.

La nuova dimensione della dance con contenuti e anima e non solo tunz tunz… 

SCORE: 7,00

DA ASCOLTARE SUBITO

la peggiore – non scomparire – acqua pioggia nubi

DA SKIPPARE SUBITO 

Niente se siete ad un party

TRACKLIST

L’articolo Recensione: cmqmartina – “Vergogna” proviene da Newsic.it.